Coronavirus, anche Gaza si ferma: niente più proteste nei territori. Medici ora sul fronte della pandemia

Cresce l'allarme nei Territori Palestinesi per l'emergenza coronavirus. I casi accertati sono in totale 86: 77 in Cisgiordania e nove nella Striscia di Gaza, dove nelle ultime ore altre sette persone sono risultate positive ai test per il Covid-19. I dati, confermati dalle autorità palestinesi, sono stati diffusi dall'agenzia Wafa che rilancia anche l'appello di Ramallah: nei Territori "mancano i kit per la diagnosi del coronavirus", ha denunciato il portavoce del governo Ibrahim Milhem, chiedendo l'aiuto della comunità internazionale. Ieri le autorità della Cisgiordania hanno dato notizia del primo decesso da coronavirus. Lunga la striscia di gaza sono state fermate tutte le manifestazioni di protesta e sono stati montati degli ospedali da campo.

Gli altri video di Cronaca