Siena, la banda di ragazzine che semina il terrore: botte, insulti e risse

Siena. Umiliavano, offendevano e deridevano le loro vittime sui social, poi le attiravano con minacce o inganni in luoghi appartati di Siena e qui procedevano ad aggressioni fisiche e verbali filmate col telefono da una o più componenti del gruppo. Le immagini erano condivise nella chat WhatsApp denominata “baby gang” oltre che in altri social network. Così 10 giovanissime residenti nella città del Palio, tra i 14 i 15 anni di età, sono ora indagate per le loro condotte criminali e sottoposte a perquisizioni personali e domiciliari dalla polizia su delega della procura presso il tribunale per i Minorenni di Firenze. - L'articolo

Gli altri video di Cronaca