I commercianti di Reggio Emilia scendono in piazza, e arriva pure "L'esorcista di Bibbiano"

REGGIO EMILIA. Spalleggiata da alcuni politici delle destre, una quarantina di commercianti reggiani è scesa in piazza, davanti al municipio di Reggio Emilia, per chiedere di poter lavorare e riaprire le rispettive attività. Una richiesta avanzata al portavoce del sindaco Luca Vecchi e all'assessore alle Attività produttive, Maria Francesca Sidoli. Peccato che una protesta così importante, in un momento così difficile, sia stata caratterizzata anche dalla presenza di David Fabbri, sedicente diacono della chiesa ortodossa, divenuto "famoso" l'estate scorsa a Bibbiano, nel ruolo di presunto esorcista 

Gli altri video di Coronavirus, l'allarme globale