Il pentito Paolo Signifredi racconta l'aggressione subìta nella località protetta

REGGIO EMILIA. Paolo Signifredi, ex presidente del Brescello calcio e pentito di 'ndrangheta, nel corso di una testimonianza al processo su una maxi frode di acciaio, racconta l'aggressione subìta il 18 aprile scorso da tre persone nella località protetta dove si trovava.

Gli altri video di Operazione Aemilia