Affidi, il punto della commissione regionale: "In Val d'Enza fenomeni di deragliamento del sistema"

 In Emilia-Romagna «non c'è un sistema organizzato o deviato» sull'affido dei minori, ma «non mi sento di escludere che in Val d'Enza, come in altre parti d'Italia, non siano avvenuti fenomeni di deragliamento». A sottolinearlo Giuseppe Boschini, presidente della commissione regionale d'inchiesta istituita dalla Regione Emilia-Romagna ad agosto, dopo l'inchiesta sugli affidi. I lavori della commissione si concluderanno a metà novembre e per la fine del mese è attesa la relazione finale. Lunedì sarà sentito anche il governatore Stefano Bonaccini e la parlamentare M5s Anna Ascari. Proprio il giudizio su
Bibbiano, per Boschini, resta sospeso «in attesa del lavoro della magistratura», ma guardando i numeri non emergono anomalie: «In Emilia-Romagna i minori fuori dalle proprie famiglie nel 2017 sono stati 2.970, il 2,7 per mille, di poco sopra alla media nazionale del 2,6». Dati in linea con Veneto e Lombardia: «Un sistema emiliano-romagnolo che cerca di allontare i bambini dalle famiglie non esiste», ha detto Igor Taruffi, ufficio di presidenza della commissione.(ANSA).

Gli altri video di Cronaca locale