Reggio Emilia, la proposta del vescovo: "Laici per curare le parrocchie senza un prete"

Un messaggio innovativo quello del vescovo Camisasca durante la celebrazione della Madonna della Ghiara. A fronte di tante parrocchie rimaste ormai da anni senza un prete stabile, le attività della chiesa potranno essere guidate da laici o da diaconi, che ovviamente non andranno a sostituirsi ai preti nelle loro attività esclusive ma che potranno proporre e guidare attività di preghiera, coordinare la catechesi e gli oratori, senza considerare la conservazione e la cura delle chiese e degli edifici ad esse collegate. Nessuno potrà candidarsi, si potrà solo dare la propria disponibilità. Il vescovo, a fronte della crisi vocazionale, ha ribadito il valore del celibato del clero, «strada verso un’esistenza interamente donata».

Gli altri video di Cronaca locale