Nuovo Dpcm, Franceschini: "Chi protesta per cinema e teatri non capisce la gravità della situazione"

Il ministro per i Beni culturali Dario Franceschini è intervenuto sul tema delle chiusure di cinema e teatri e in un messaggio ha spiegato la logica della misura per molti incomprensibile."Ho ricevuto molti appelli e attacchi. C'è molta preoccupazione. Sono franco: penso non si sia percepita la gravità della crisi, non si è capito a che punto siamo. La curva dei positivi è impressionante". Il ministro ha chiarito che la scelta non è dettata da un criterio gerarchico di importanza tra le diverse attività. "Bisogna ridurre la mobilità. Mi impegno affinché la chiusura sia la più breve possibile". E lancia un appello alle tv:"Acquistate spettacoli e programmi di cultura" 

Gli altri video di Politica